Le nostre pubblicazioni scientifiche

La Fitointegrazione Funzionale per il potenziamento della restenza allo stress

Lo scopo del volume "Aries® - La Fitointegrazione Funzionale® per il potenziamento della resistenza allo stress" è mettere a disposizione del medico le informazioni scientifiche sui modelli interpretativi più aggiornati riguardanti lo stress e le sue conseguenze negative sul sistema nervoso, sul sistema endocrino e sul sistema immunitario. Accanto a queste informazioni la pubblicazione illustra le caratteristiche di alcuni fitocomplessi e micronutrienti che possono determinare un beneficio nell’organismo del soggetto sottoposto a fattori stressanti in modo cronico o ripetuto. L’insieme di tutte queste informazioni ha lo scopo di consentire al medico appassionato una più accurata valutazione degli effetti benefici, delle dosi necessarie e della sicurezza d’uso delle sostanze proposte.



La Fitointegrazione Funzionale per la neuroprotezione nell'età senile

Il volume “Mneme® -  La Fitointegrazione Funzionale® per la neuroprotezione nell’età senile” ha lo scopo di raccogliere in un unico documento le informazioni più aggiornate riguardanti la fisiopatologia e la patogenesi del declino cognitivo legato all’invecchiamento, del Declino Cognitivo Lieve e dei disturbi della vista correlati con l’invecchiamento. Inoltre in questo volume viene presentata una parte della considerevole massa di informazioni scientifiche che nel tempo si sono accumulate per avvallare l’impiego di alcune sostanze (fitocomplessi e nutrienti) con l’intento di proteggere e conservare le funzioni del sistema nervoso che declinano con l’avanzare dell’età e per ridurre il rischio che si manifestino disturbi dell’occhio correlati con l’invecchiamento. I test scientifici dimostrano che soggetti adulti, nonostante il buono stato di salute generale, dalla mezza età alla senilità possono perdere sino alla metà delle loro capacità cognitive. I dati demografici confermano che si assiste ad un progressivo incremento della popolazione anziana e di conseguenza del numero di persone che vanno incontro al declino delle funzioni cognitive attribuibile al fisiologico indebolimento dell’attività cerebrale, dovuto all’invecchiamento, che manifestano il declino cognitivo lieve (MCI - Mild Cognitive Impairment) o che manifestano forme di demenza, come ad esempio la malattia di Alzheimer. I soggetti anziani oltre ad essere esposti al rischio di riduzione delle funzioni cognitive, sono anche esposti al rischio di manifestare malattie dell’occhio correlate con l’età (cataratta, degenerazione maculare senile ecc.). Negli ultimi anni l’attenzione è stata posta sullo sforzo di bloccare la progressione delle malattie dell’occhio o di prevenire il danno procurato da queste condizioni. Come usualmente accade il miglior bilancio tra costi e benefici si raggiunge combattendo le malattie correlate con l’età per mezzo della prevenzione. E’ ormai universalmente accettato che una delle più significative strategie preventive debba essere l’intervento fitoterapico/nutrizionale.



La Fitointegrazione Funzionale per la corretta funzionalità dell'apparato digerente

Il volume “Enteroneos® ed Epatoneos® - La Fitointegrazione Funzionale® per la corretta funzionalità dell’apparato digerente” ha lo scopo di raccogliere in un unico documento le informazioni più aggiornate riguardanti la fisiopatologia e la patogenesi dei disordini funzionali del tratto gastrointestinale (sindrome dell’intestino irritabile, dispepsia funzionale, disturbi da reflusso gastroesofageo), della steatosi epatica e della steatoepatite. Tra le varie malattie passate in rassegna emergono chiaramente vari punti di contatto riguardanti sia la fisiopatologia sia la patogenesi. Il campo di ricerca della scienza della digestione è in continua grande espansione. Le malattie digestive si considerano tradizionalmente limitate al tratto gastrointestinale (GI), al sistema epatobiliare e al pancreas. Benché le condizioni fisiopatologiche degli organi dell’apparato digerente siano di primaria importanza nelle malattie digestive, il rilievo attribuito dalla letteratura scientifica ai fattori di regolazione su di esse e l’impatto delle stesse sugli altri sistemi ed apparati è gradualmente in crescita. I disordini funzionali del tratto gastrointestinali sono esempi tipici di come il sistema digerente giochi un ruolo cruciale nel condizionare la qualità di vita. Nel presente testo, alla panoramica dei modelli interpretativi riguardanti i disordini gastrointestinali e epatobiliari segue la descrizione di alcune sostanze che possono risultare utili nel trattamento degli stessi e un’ampia rassegna di lavori scientifici che ne chiariscono il meccanismo d’azione e ne confermano l’efficacia clinica.



Stampa Stampa | Mappa del sito
© Neo G pharma s.r.l. Via Mario Giuriati, 14 - 20129 Milano (MI) PI: 08468500965 - Tel-Fax: 0039 036 3331042 - Contatti:info@neogpharma.it